come investire soldi

Come Investire Soldi per guadagnare: Sei una Volpe o un Riccio?

Questo post sul come investire soldi nasce dalla mia difficoltà (che si protrae ormai da qualche anno) nel riuscire a trovare libri interessanti da leggere. Forse per questo, mi sono imbattuto nella volpe e nel riccio…

Il tutto parte da un saggio degli anni ‘50 del filosofo Isaiah Berlin, la cui sostanza si esprime in questo concetto: “la volpe sa molte cose, ma il riccio ne conosce una molto importante”.

Cosa centra tutto questo con il come investire soldi?

 

Semplice, molti degli investitori di maggior successo nella storia sono dei ricci.

La loro “unica grande conoscenza” è facile da individuare: ognuno di questi ricci ha creato o adottato un Metodo o un Sistema, spesso semplice quanto potente, e lo ha seguito nel lungo termine.

Va anche detto che, tra i veri investitori, le volpi sono davvero rare… e questo vuol dire che, paradossalmente, è più “facile” diventare un riccio che diventare una volpe.

Insomma, essere riccio o volpe dipende dalle conoscenze che puoi acquisire, dalle informazioni cui puoi accedere e dalle tue caratteristiche mentali.

Alla fine comunque, non importa cosa tu sia, ma saperlo o scegliere cosa diventare, può rendere i tuoi sforzi finanziari più premianti e, più in generale, migliorare sensibilmente la tua vita.

L’obiettivo di questo post non è comunque star qui a dettagliare tutte le differenze tra i due stili, anche perchè, il successo è successo sia che tu sia un riccio, sia che tu sia una volpe.

Vorrei invece concentrarmi, su un singolo attributo che attraversa tutte le varietà di “animali” individuabili tra gli investitori”, qualcosa che hanno tutti in comune…

Tutti gli investimenti di successo sono basati sul lungo termine

 

Vorrei essere chiaro, la mia affermazione non si riferisce alla durata media in termini di tempo in cui un investitore mantiene, ad esempio,  le sue Azioni. Alcune persone detengono azioni finché non muoiono mentre altri mantengono i loro investimenti solo per poche ore.

Il punto nodale è che, per avere veramente successo, devi però concentrarti sul lungo termine anche se sei un trader che opera sul breve termine.

Ti spiego…

Anche i migliori trader a breve termine probabilmente non guadagnano in più della metà delle loro operazioni. E in genere non rischiano nemmeno molto su ogni operazione. Quindi devono attenersi al loro “sistema” per lungo tempo per accumulare una quantità significativa di ricchezza.

Il trading è un “mestiere” che deve essere studiato e affinato per molti anni, spesso anche decenni. Quindi sì, anche in questa arena a breve termine, i migliori trader, i top trader, sono individui orientati al lungo termine.

Questo è quindi ciò che intendo per “lungo termine”. Ci vuole tempo per accumulare ricchezza nei mercati finanziari, indipendentemente dalla tua strategia.

Avere fretta di fare “un sacco di soldi” nei mercati è un errore enorme e fin troppo comune.

Una vera prospettiva di investimento a lungo termine, si riferisce quindi, a quanto a lungo mantieni la tua strategia di investimento. Anche la miglior strategia infatti, impiegherà anni per perfezionarsi e altri anni per generare una cospicua ricchezza.

Anche coloro che sono considerati i più grandi investitori della storia, al secolo Warren Buffett e Charlie Munger, sono tuttora alla ricerca di aziende di cui comprendono pienamente il modello di business, dotate di vantaggi competitivi sostenibili, gestite da grandi manager e disponibili ad un prezzo interessante.

Operano così da quasi 50 anni. E prima di ciò, entrambi i nostri “nonni” hanno trascorso decenni utilizzando altre strategie prima di identificare quella giusta.

Tuttavia, anche la maggior parte dei Top Trader intervistati nel libro “Market Wizards” da Jack Schwager, lo sono stati per diversi decenni e, pur con diversi approcci, sono tutti assoggettabili alla stessa formula essenziale: metodologia solida + atteggiamento mentale corretto.

Tutti questi investitori di successo, che hanno ben chiaro come investire soldi, potresti dire che hanno scritto le loro storie su come funzionano i mercati, che continuano a ripetersi giorno dopo giorno per tutta la loro esistenza…

Gli umani sono narratori naturali e il loro pubblico preferito sono loro stessi

 

Esco per un attimo da quanto sin qui descritto per affrontare un altro tema importante sul come investire soldi.

Nel suo romanzo del 1983, Waterland, l’autore Graham Swift ha scritto: “L’uomo è l’animale che racconta storie. Ovunque vada o qualsiasi cosa faccia vorrebbe lasciare dietro di sé non qualcosa di confuso ne uno spazio vuoto, ma tracce indelebili del suo passaggio. Per questo deve continuare a raccontare storie e deve continuare ad inventarle. Finché c’è una storia da raccontare, va tutto bene. Anche nei suoi ultimi istanti, si dice che l’uomo veda passare rapidamente davanti a sé la storia di tutta la sua vita.”

Il concetto è che, il mondo non ha senso per molti di noi se non riusciamo a trasportare ciò che apprendiamo in una narrazione interessante. E per raggiungere una grande abilità in un compito complesso, dobbiamo essere in grado di semplificare anche ciò che ha una sua complessità.

Dobbiamo quindi scrivere le nostre storie su qualsiasi tematica.

Il problema è che la vita, specialmente la vita nei mercati finanziari, non è una storia. Consta di molti eventi casuali e imprevedibili che portano a vivere i più con molte incertezze.

In altre parole, la narrazione esiste ma ci sono un sacco di territori che non sono coperti in modo efficace (se non del tutto scoperti).

I mercati finanziari sono luoghi in cui è meglio fare attenzione alle storie che raccontano e che ti racconti…

Devi considerare che, gli esseri umani non sono naturalmente predisposti a gestire bene le fluttuazioni dei mercati finanziari.

La maggior parte delle volte, non si nota questa problematica ma la stessa è sempre presente. È solo in agguato, nell’ombra, in attesa di farti inciampare quando accade un evento apparentemente casuale che non sei pronto a gestire.

Nel suo eccellente libro “The Storytelling Animal”, l’autore Jonathan Gottschall riporta quanto segue: “La mente narrativa è semplicemente allergica all’incertezza, alla casualità e alla coincidenza. È dipendente dal significato. Se la mente narrativa non riesce a trovare modelli significativi nel mondo, cercherà di imporli. In breve, la mente narrativa è una fabbrica che sforna storie vere quando può, ma fabbrica bugie quando non può.”

Per rapportare tutto ciò ai temi di nostro interesse, legati al come investire soldi, possiamo dire che, gran parte di ciò che accade di giorno in giorno sui mercati finanziari è casuale ma questo non ci impedisce di raccontarci grandi storie…

In qualsiasi giorno della settimana, puoi leggere anche sul Wall Street Journal cose tipo: “I mercati scendono mentre gli investitori rivalutano gli impatti dell’inflazione”.

Quel giorno il mercato potrebbe essere sceso meno dello 0,5%… cioè un tipo di movimento che rientra nei limiti dell’assoluta casualità e spiegare un movimento del genere potrebbe anche essere impossibile.

Spesso ci lasciamo quindi ingannare dalla casualità, raccontandoci storie non vere su eventi inspiegabili.

Essere “allergici all’incertezza, alla casualità e alla coincidenza” porta molti all’agire sul mercato azionario in un modo che potrebbe essere equiparabile al saltar fuori da un aereo perfettamente funzionante a metà del volo.

Anche con un paracadute aperto, sarebbe comunque un atto insensato e innaturale.

Per essere un investitore attivo, autonomo e di successo, che usa quindi una grossa fetta del proprio denaro per comprare e vendere azioni, obbligazioni, opzioni, futures e altri strumenti finanziari, devi assolutamente acquisire un’abilità importante per mantenere una sana visione a lungo termine: Devi imparare a raccontarti la storia giusta al momento giusto.

La storia giusta al momento giusto per guadagnare quando investicome investire soldi per guadagnare

Restando sul tema del come investire soldi, un buon libro del 2002 che parla del boom e del crollo delle dot-com è “The Greatest Story Ever Sold” del giornalista John Cassidy.

Nel prologo del libro, Cassidy descrive brevemente la saga di Priceline.com, ora meglio conosciuta come Booking Holdings…

Nel suo modello di business originario, l’ormai popolare sito Web di viaggi online, permetteva ai clienti di determinare i loro prezzi per i biglietti aerei.

Grazie a questo, Priceline vendette biglietti aerei per un valore di 35 milioni di dollari nel 1998, anno in cui ha iniziato ad operare. Peccato che pagò quei biglietti 36,5 milioni di dollari e dopo aver preso in considerazione i costi per il marketing, lo sviluppo del sito Web e 60 milioni di dollari in stock option… la società totalizzò una perdita di 114 milioni di dollari.

Nel pieno del boom delle dot-com, le azioni di Priceline.com sono diventate pubbliche nel marzo del 1999 a 497 dollari per azione. Hanno raggiunto il picco di 974 dollari per azione nell’aprile dello stesso anno. Poi, sono crollate a meno di 8 dollari per azione (!) nel dicembre 2000. Si riprese per un paio d’anni ma alla fine scese di nuovo sotto gli 8 dollari per azione nel febbraio del 2003.

Nel suo libro, Cassidy ha osservato che, al suo picco di valutazione, la società era valutata più dell’intero settore aereo mentre quando le azioni sono crollate per la prima volta… l’intera capitalizzazione di mercato di Priceline.com non avrebbe coperto il costo di due Boeing 747.

Cassidy, come giornalista, ha raccontato la storia di Priceline.com come una società sopravvalutata e in perdita che ha spazzato via investitori troppo ottimisti durante l’incredibile crollo della massiccia bolla speculativa del dot com. Insomma, la storia di quello che non bisognava fare.

Dopotutto, il libro esce in prossimità del fondo del barile, un momento in cui tutto ciò che si poteva fare era piangere sul latte versato derivante delle perdite dello scoppio della bolla di internet. Un momento quindi fenomenale per vendere una storia del genere.

Tuttavia, la storia giusta da raccontare per un giornalista in un determinato momento, di solito è quella sbagliata per un investitore. 

Seguimi con attenzione per capire come investire soldi …

Al culmine della bolla delle dot-com, la storia che Cassidy raccontava era: “Questa è una società in perdita valutata 23 miliardi di dollari, circa 19 volte le sue vendite. Quest’anno perderà centinaia di milioni. È entrata in Borsa nella più grande bolla azionaria dal 1929 ad oggi ed è aumentata di quasi 10 volte in pochi mesi. Non c’è alcuna possibilità che io possa pensare di acquistare azioni di questa società”.

Nulla da obiettare apparentemente ma…

Quando il titolo ha iniziato a crollare insieme a tutti gli altri titoli dot-com, gli investitori avrebbero dovuto cambiare la loro storia al riguardo. La storia originale era infatti non più utile per gli investitori…

Perchè?

Vedi, i risultati operativi dell’azienda erano stati infatti ottimi durante il crollo delle dot-com. Per lo meno, valeva comunque la pena di tenere d’occhio questo titolo.

Le vendite di Priceline.com avevano superato 1,2 miliardi di dollari nel 2000, circa 35 volte in più delle vendite del 1998. La società registrò un flusso di cassa positivo nel 2001 (nonostante gli attacchi terroristici dell’11 settembre dello stesso anno che colpirono duramente l’industria aerea). Infine, ha riportato utili per azione positivi nel 2003.

Da lì in poi, è storia. Come già detto, la società ora si chiama Booking Holdings. Ed è una vera macchina per la generazione di denaro…

Booking Holdings ha generato 4,5 miliardi di dollari di flusso di cassa positivo nel 2019. Questo, ovviamente, è stato l’anno prima che i governi chiudessero l’economia globale in risposta a COVID-19.

Il titolo viene scambiato oggi intorno a 2.180 dollari per azione, ovvero circa 270 volte il suo minimo del 2003. Le entrate della società sono cresciute di 428 volte negli ultimi due decenni, da 35,2 milioni di dollari nel 1998 a poco più di 15 miliardi di dollari nel 2019. E i suoi utili per azione sono aumentati di 256 volte dal 2003 al 2019.

Chiaramente, con la “giusta storia” e la corretta visione a lungo termine dell’attività dell’azienda, la posizione nel 2002-2003 non poteva che essere follemente rialzista… indipendentemente da ciò che stava accadendo in quel preciso momento nell’economia in generale.

In sostanza, mentre Cassidy pubblicava la sua giusta storia sui precedenti problemi di Priceline nel 2002 , gli investitori avrebbero dovuto iniziare a raccontarsene una diversa e giusta per loro…

Avrebbero dovuto cambiare la storia raccontando di un’azienda in rapida crescita con una proposta di valore a cui i clienti non avrebbero potuto resistere. Elementi che identificano un grande potenziale di investimento a lungo termine.

Per comprendere quindi come investire soldi sui mercati finanziari, il momento per raccontarti una storia su un’attività sopravvalutata e in perdita, è mentre è ancora sopravvalutata e perde denaro… ma il momento per raccontarsi la giusta storia è quando il prezzo delle azioni di una società è sceso da massimi maniacali speculativi a minimi post-speculativi poichè, se l’attività stessa ha continuato a performare bene, potresti avere una grande e straordinaria scommessa a lungo termine tra le mani.

In altre parole, avrai compreso come investire soldi per guadagnare se …

Quando i mercati raggiungono gli estremi, troverai ragioni per pensare in modo opposto alla massa.

Attenzione a non far confusione sul come investire soldi in azioni!

Alcuni definiscono quanto sopra come “mentalità contrarian”. Ci può stare ma la stessa NON è mai da confondersi con quanto accaduto su aziende come AMC Entertainment o Game Stop…

L’intera industria di AMC, le sale cinematografiche, è in declino da più di un decennio. Non è altro che una “meme azione” il cui valore è stato gonfiato artificialmente da un gruppo di clienti di Robinhood e altri principianti o visionari che non hanno un’esatta idea di cosa stanno facendo.

Il titolo è ora scambiato a circa il 50% al di sotto dei suoi massimi, eppure è ancora drasticamente sopravvalutato.

Dato quindi che l’attività sottostante di AMC si sta ulteriormente deteriorando, è improbabile che io, ad esempio, possa raccontarmi giuste storie al riguardo. Dovrebbe diventare un titolo super economico anche solo per pensarci e, anche allora, lascerei comunque perdere. AMC è ancora, per me, un titolo bolla.

Lo è anche Robinhood, l’app di brokeraggio ora quotata in borsa utilizzata da tutti quei day trader neofiti per acquistare AMC, GameStop e gli altri titoli senza senso.

Lo scopo è nobile ma se vuoi fare beneficienza fai altro…

A proposito, ecco la storia giusta da raccontarsi su Robinhood…

Robinhood è stata quotata ed è stata valutata circa 29 miliardi di dollari. Questo è circa 21 volte le sue entrate degli ultimi 12 mesi, periodo nel quale, ha perso 1,3 miliardi di dollari.

Quando il casinò più sfrenato della più selvaggia moda speculativa della storia entra in borsa, io non lo compro. E’ rischioso infatti entrare in un mondo pieno di day trader affamati che cercano di spendere i loro soldi.

Per me e da evitare del tutto per ora. Magari puoi tenerlo d’occhio per vedere se l’attività tende a performare bene anche dopo che la moda è completamente svanita (e che magari metà dei suoi clienti se ne sono andati perché sono rimasti senza soldi…).

Questa è la storia giusta da raccontarsi oppure, in alternativa, bisognerebbe raccontarsi storie fortemente ribassiste su asset come questi ed agire di conseguenza, per guadagnare sul loro ribasso, se sai come farlo.

Dovresti anche raccontarti storie rialziste sugli asset “anti-bolla”

 

Nel suo libro del 2017 “The Anti-Bubbles: Opportunities Heading Into Lehman Squared e Gold’s Perfect Storm”, l’autore Diego Parrilla fornisce due definizioni del termine “anti-bolle”.

In primo luogo, lo descrive come il processo attraverso il quale i prezzi delle attività vengono sgonfiati artificialmente.

È l’opposto di una bolla, ovvero quando i prezzi delle attività vengono gonfiati artificialmente.

In secondo luogo, un’anti-bolla è uno strumento difensivo che gli investitori possono utilizzare per proteggersi dalle bolle. È simile a come si possono usare gli antimissili per proteggersi dai missili…

Sapresti pensare ad uno strumento anti-bolle per difenderti dalle bolle presenti in alcuni asset in questo momento?

Indipendentemente dalla tua risposta, ripensa al punto da cui siamo partiti in questo post sul come investire soldi …

Come investire in Borsa per guadagnare

come investire soldi in borsa

Non posso dirti quando scoppierà l’attuale bolla azionaria… o forse potrei farlo… o forse l’ho detto tra le righe in altri post… ;-) ma come ho già spiegato, la vita sui mercati finanziari non è una storia qualunque…

Non possiamo sapere sempre cosa e quando accadrà. Possono verificarsi molti eventi casuali e imprevedibili e, a causa di questa continua incertezza, devi stare attento alle storie che ti racconti. Allo stesso tempo però, come spiego spesso in questo blog, possiamo prepararci ed agire per conseguire un numero elevato di possibili risultati.

In questo momento, posso dirti che l’S&P 500 (il mio indice di assoluto riferimento) non è mai stato così “costoso”.

Posso dirti che ogni volta che le azioni sono state così costose nel corso della storia… hanno generato scarsi rendimenti, per anni, in futuro.

Così come, ad esempio, quando si parla specificamente di petrolio e scorte petrolifere, posso dirti che nonostante la costante stampa negativa sui combustibili fossili e il costante clamore sull’energia rinnovabile, la domanda di combustibili fossili è in aumento e continuerà a salire.

Come tutte le bolle e le anti-bolle, le tendenze attuali potrebbero impiegare anni per realizzarsi. Ecco perché, per affrontarle con successo, dobbiamo avere sempre una prospettiva di lungo termine.

Ricorda che, lo stesso punto di vista a lungo termine sul come investire soldi, è necessario se sei qualcuno come Buffett, il cui periodo di detenzione preferito è “per sempre” o sei qualcuno come un top trader che mantiene posizioni solo per giorni o per poche ore.

Alla fine non c’è verso…

Gli investitori di successo hanno un Sistema, sono attenti alle storie che raccontano e che si raccontano ed hanno una grande forza mentale.

Che tu decida quindi di diventare Volpe o Riccio, se vuoi comprendere come investire soldi senza rischiare e per guadagnare, devi concentrarti su ciò che è necessario per massimizzare il tuo successo a lungo termine.

Jacque$ Jump

 

Importante! Leggi sempre con molta attenzione: Disclaimer >>>

 

 Per approfondire sul come investire soldi, leggi anche:

 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'Ebook GRATUITO per la Libertà Finanziaria?

Ebook OMAGGIO #ThinkRich – Il Pensiero delle Menti Milionarie

Capire il modo di pensare e agire delle Menti Milionarie per crescere, migliorarsi e ottenere Successo!