vuoi-estinguerti-o-distinguerti-liberta-finanziaria

Vuoi estinguerti o Distinguerti?

Piuttosto che tentare di prevedere l’imprevedibile come fanno i più, cerchiamo invece di comprendere quali sono le dinamiche chiave da tenere sotto controllo, quelle che giocheranno un ruolo importante per il benessere economico di chiunque, nei prossimi cinque / sette anni. Entriamo quindi nel merito di alcuni temi fondamentali per capire perché e quando tenerne conto…..

Interventi di pianificazione controllata da parte delle banche centrali e degli stati sui mercati azionari e obbligazionari

Le politiche economiche e finanziarie che sembrano aver avuto successo negli ultimi quattro anni, potrebbero continuare ad apparire tali ancora per tre/quattro anni ma ricordiamoci sempre che quando il successo è “drogato”, primo o dopo se ne paga il conto. Tali interventi possono mantenere i mercati in una tendenza “forzatamente” e moderatamente/fortemente rialzista anche per il periodo 2013-16, ma questo potrebbe renderebbe ancora più pesante il possibile tonfo che potremmo rivedere tra le fine del 2017 ed il 2019.

Il successo temporaneo non implica un successo permanente. Interventi di stimolo fiscale e monetario, sussidi, manipolazioni, non fanno altro che falsare i reali prezzi di mercato, annullando rischio e volatilità tipiche dei mercati finanziari. In un mercato sano e trasparente, questo non dovrebbe mai accadere.

Lo scopo di tali interventi è gestire la percezione delle persone, dare fiducia, attraverso un costante aumento dei prezzi e dei rendimenti. La storia insegna che ogni volta che questo accade, però ci si ritrova, prima o dopo, di fronte a crolli sostanziali dei mercati.

distinguersi-o-estingiersi-liberta-finanziariaIl rischio non può essere completamente eliminato, può essere trasferito o occultato ma tende sempre a riemergere (ricordate i derivati?). Per darvi un’idea, pensate ai fenomeni sismici, mentre la superficie appare stabile, in realtà si sta generando una pressione invisibile molto al di sotto della superficie che alla fine trova sfogo in un terremoto. Ecco, un’improvvisa consapevolezza diffusa che i rischi sono solo stati occultati, provocherebbe inevitabilmente un terremoto.

Molti analisti hanno già osservato che gli effetti positivi dei programmi di quantitative easing (QE) della Federal Reserve (Fed) andranno in diminuzione sia in termini di durata che d’incisività. Il mercato è salito per mesi e mesi dopo il QE1, ma il rally ha iniziato a incontrare qualche problemino dopo l’ultimo QE4. Questo implica che ogni nuovo intervento dovrebbe essere sempre più grande per mantenere la stessa efficacia del precedente.

Per darvi un’analogia, siamo di fronte ad un giocatore che sta utilizzando il denaro preso in prestito per fare scommesse sempre più grandi in un casinò. Le sue prime vincite hanno suscitato fiducia negli istituti di credito sulle sue capacità tanto che gli stessi hanno continuato a dargli soldi da scommettere. Alla fine però, come spesso accade in questi casi, il giocatore potrebbe perdere l’intera somma nella classica grande puntata. Al pari della somma scommessa quindi, la perdita risulterebbe monumentale.

La capacità dei mercati di essere trasparenti e correlati al giusto rischio è stata fatalmente compromessa da questo gioco e questo costringe adesso i “manipolatori” a continuare dissennatamente nei loro interventi. Questo è evidente a livello mondiale, non solo negli States ma anche in Europa, Giappone e persino in Cina. Tutti a raddoppiare interventi che però producono effetti sempre più marginali.

L’onnipotenza della Fed

Anche se la Fed è nominalmente indipendente, nuota comunque in un mare politico. Il successo iniziale di QE1, 2, e 3 e dei tassi d’interesse a zero (ZIRP), qualora non dovesse perpetrarsi in una ripresa duratura porterà a una limitazione della libertà di movimento della Fed e possiamo già eliminare il dubbio sul fatto che si possa andare avanti con QE e ZIRP all’infinito. Il decadimento dell’efficacia delle politiche di stimolo monetario renderebbe quindi la Fed molto meno potente. Può sembrar strano ma anche gli dei a volte possono scendere dal monte Olimpo.

I media classici e la loro attendibilità

La mancanza di affidabilità su storie immerse tra il recupero del PIL, la vendita di auto e case in crescita, il tasso di disoccupazione che scende e quant’altro potrebbe minare fortemente l’attendibilità dei media, erodendone la credibilità.

Con Internet che fornisce la distribuzione di informazioni alternative, i media classici potrebbero essere sempre più considerati come organi di propaganda politica ed economica (pappagalli della strategia basata sulla percezione) piuttosto che come professionisti dell’informazione al servizio dei popoli.

La mancanza di politiche alternative

Quando tutte le politiche monetarie saranno state spinte al massimo, non ci sarà sostanzialmente più nulla da “distribuire”. Il denaro stampato dal nulla e gettato nel sistema finanziario si muoverà sempre più lentamente e i suoi effetti saranno sempre meno evidenti.

La stagnazione economica e l’aumento dell’adolescenza permanente

Le conseguenze sociali della stagnazione economica cattureranno sempre più attenzione. Il Giappone e l’Europa sono il laboratorio reale di ciò che accade quando diminuiscono le opportunità d’impiego e quando i giovani non sono in grado di guadagnare abbastanza soldi per comprare casa o mantenere una famiglia. Si ritirano in uno stato di adolescenza permanente, vivono in casa, rimangono a scuola per periodi sempre più lunghi, ritardano il matrimonio e l’arrivo dei figli, lavorano saltuariamente, non formulano più obiettivi a lungo termine.

Questo può provocare diminuzione delle vendite di auto e case, diminuzione delle entrate fiscali, in sostanza, “depressione sociale”.

La ricchezza è il fondamento della crescita economica reale

Il reddito continuerà il suo calo in termini reali. Ad esempio, nominalmente, il reddito sembra essere cresciuto del 24% dal 2000 negli USA. In realtà, al netto dell’inflazione, è diminuito di quasi il 10%.

La piccola-media impresa quale motore della crescita

Tasse elevate, globalizzazione e recessione diminuiscono la disponibilità ad avviare o a far espandere piccole e medie imprese.

Le dispute territoriali per distrarre le persone da instabilità interne e da diseguaglianze

E’ già evidente quanto siano in aumento i conflitti territoriali. Ciò crea la possibilità di imprevedibili dislocazioni dei flussi di capitale a livello mondiale.

Serve quindi agire! Per monitorare con distacco questi elementi e non esserne travolti come accadrà purtroppo a moltissime persone, è necessario avere grande energia, motivazione e intraprendenza, avere quindi atteggiamenti e abitudini fuori dagli schemi comuni per fare sempre la differenza, trasformando le difficoltà in opportunità.

Uscire dalla “trappola” dei debiti, far crescere rapidamente la propria intelligenza finanziaria è fondamentale al pari di quanto è importante gestire correttamente le proprie finanze e i propri investimenti tutelando sempre il proprio patrimonio e, di conseguenza, la propria famiglia.

Aspettare vuol dire estinguersi, Agire è ancora la miglior possibilità per distinguersi.

Jacque$ Jump

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

17 commenti

  1. ho capito tutto persino io…. S-P-L-E-N-D-I-D-O

  2. Salvo Perini

    quadro non esaltante ma realistico. soluzioni proposte totalmente condivisibili. saluti
    Salvo

  3. di questo dovrebbero parlare i media. grazie

  4. Certamente coerente con la situazione attuale…

  5. Non sono un esperto, ma è chiarissimo ed inconfutabile.
    Grazie!

  6. Scenari paurosamente realistici, ben dettagliati e con soluzioni inappuntabili. da leggere….

  7. ineccepibilmente un bell’articolo. complimenti JJ

  8. devo dirti che leggerlo fa un certo effetto. c’è da riflettere ma è tutto incontestabile. grazie

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Show Buttons
Hide Buttons

Prima di uscire... hai scaricato l'Ebook GRATUITO?

Ebook OMAGGIO #ThinkRich – Il Pensiero delle Menti Milionarie

Capire il modo di pensare e agire delle Menti Milionarie per crescere, migliorarsi e ottenere Successo!

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy