persone spirituali hanno problemi economici

Perché le Persone Spirituali hanno Problemi economici e finanziari?

Molti sono i casi in cui, purtroppo, le persone spirituali hanno problemi economici e finanziari.

Da cosa dipende? Perché accade?

Ho deciso di scrivere questo post visto il clamoroso successo del post sugli Incantesimi Ipnotici. Quindi, prima di approfondire ulteriormente, ripartiamo da questo…

“Il denaro e la ricchezza non sono spirituali”

Questo incantesimo ipnotico è ovviamente solo una delle cause principali per la quale così tante persone spirituali sono spesso senza soldi e vivono costantemente immerse in problemi economici e finanziari.

Ci sono dei segni che possono dirti, inequivocabilmente, che sei ipnotizzato da questo incantesimo o da uno similare?

Sì, eccone alcuni:

  • Credi che il denaro e la spiritualità siano incompatibili o che avere troppa ricchezza o successo potrebbe rallentare o fermare il tuo progresso spirituale allontanandoti dalle cose più importanti della vita
  • Sei spesso al verde, fai fatica ad avere uno stipendio o, se lo hai, riesci a malapena a far quadrare i conti ed a cavartela
  • Giudichi negativamente le persone ricche e di successo, considerando speciali quelle che parlano di spiritualità senza mai valutare se e quanto loro siano anche ricche finanziariamente
  • Se sei un professionista o un imprenditore, ti senti in colpa o a disagio quando devi vendere e pensi sempre che forse chiedi troppo per i tuoi prodotti/servizi. Spesso hai a che fare con clienti che vogliono pagarti molto poco, che non vogliono pagarti o che quando dovrebbero farlo, non lo fanno
  • Non ti piace parlare di soldi o addirittura ti senti in colpa, nervoso o ti vergogni quando sei costretto a farlo
  • Fai poco per guadagnare di più per poi sentirti in colpa quando consapevolizzi che fai troppo poco
  • Non riesci a risparmiare nulla di ciò che guadagni, perché ti senti in colpa o ti vergogni di avere più degli altri
  • I soldi che guadagni, “scompaiono” celermente
  • Spendi i soldi in “gadget” per sanare problemi di natura psicologica o emozionale
  • Parli molto di spiritualità, ti ritieni una persona spirituale ma sei anche pieno di debiti o sempre in sofferenza economica
  • Anche il come gestisci i soldi può essere un grande indizio. Li accartocci, li ficchi nel portafoglio, li butti nella borsa o li nascondi quasi fossero frutto di contrabbando?
    Oppure, li pieghi e li disponi in modo sensato nel portafoglio? Li tratti come gli abiti che più adori e ti interessano o come i calzini sporchi?
  • Hai pregiudizi o giudichi negativamente tutto ciò che riguarda vendita, marketing e business
  • Fai fatica a individuare o a parlare serenamente delle tue passioni, dei tuoi talenti o delle tue abilità. Tendi a sminuire i tuoi punti di forza e giudichi arrogante o egocentrico chi cerca di vendere se stesso

Ti sei riconosciuto in uno o più punti?

Prima che nascesse l’incantesimo ipnotico da cui siamo partiti o da altri similari, esistevano già altre forme di errato pensiero, tipo: “Il denaro è la radice di tutti i mali”, oppure, nella sua versione più cristiana, “il denaro è lo sterco del diavolo”.

Tuttavia, il denaro e le cose che puoi con esso comprare sono solo simboli di ricchezza ma non sono certo la ricchezza stessa, così come il frutto di un albero non è la ricchezza di un albero, è solo la prova esteriore di esso.

Devi sapere che, il vero significato di quel detto popolare, è che l’effettiva radice del male non è il denaro ma l’attaccamento hai simboli della ricchezza.

Essere spirituale quindi non significa avere problemi con il denaro o non avere soldi ma, semplicemente, non essere attaccati ai simboli della ricchezza.

Il non comprendere quest’aspetto, restando vittima degli incantesimi ipnotici o di errate e limitanti convinzioni, è uno dei motivi principali per cui le persone spirituali hanno problemi economici o per il quale finiscono per essere gestite (se non vittime…) da persone avide che non hanno certo tra i loro valori l’amore o l’attitudine al miglioramento del pianeta e dell’umanità.

In ogni caso, anche qui, le persone spirituali devono fare attenzione a non generalizzare, perché questo è un altro grave errore…

 

Ci sono persone oneste, coscienziose, spirituali e meravigliose anche tra quelle che hanno un sacco di soldi!

Ci sono persone ricche che hanno realizzato grandi opere, contribuito alle più importanti innovazioni o generato enormi business, pur avendo una loro spiritualità.

Lo sviluppo dell’acciaio, dell’industria, delle ferrovie, dell’informatica, di internet e di molto altro ha anche portato ad alcuni dei più grandi benefici per il pianeta tra cui una riduzione della povertà globale, un maggiore accesso al cibo, all’acqua, alle abitazioni, all’educazione o alle cure mediche.

Di converso, ci sono poi persone spirituali con incredibili talenti, doni e abilità che potrebbero aiutare veramente questo pianeta a evolversi ad un livello completamente nuovo, che però rimangono sullo sfondo, ai margini, lottando per sbarcare il lunario…

Ti pare che abbia senso? Non ti sembra che ci sia qualcosa che non quadra in tutto questo?

Parliamo di persone che “rinunciano” a denaro, ricchezza e successo, in nome di una spiritualità che gli nega di emergere in un mondo che, per evolversi ad un livello superiore, avrebbe bisogno proprio di loro in posizioni di rilievo e potere.

Un mondo che avrebbe bisogno del loro cuore, della loro anima, del loro spirito, che avrebbe bisogno di affidar loro le risorse per finanziare la loro splendida visione dell’umanità.

Perché è di persone spirituali che abbiamo bisogno per guarire il nostro pianeta…

In un certo senso, se sei tra le persone spirituali che hanno problemi economici, questo è in fondo lo scopo di quest’articolo… farti cambiare, drammaticamente e permanentemente, la visione errata che hai del denaro, della ricchezza e dell’abbondanza.

Per riuscirci, analizziamo insieme anche da dove nascono le false credenze sul denaro e sulla ricchezza…

In gran parte, la radice è insita nelle religioni e poi in quell’ondata legata alla new age che, più che nuove persone spirituali, ha creato solo nuovi poveri.

Le religioni hanno posto spesso sullo sfondo il sacrificio, le privazioni e la sofferenza come unico vero mezzo per essere salvati e raggiungere il meritato paradiso.

Le religioni hanno condizionato le persone a credere che la terra sia un luogo meno sacro e divino, tanto che alla fine dovranno abbandonarlo con tutti i beni che hanno costruito e acquisito, per varcare le porte perlacee di un meraviglioso eden.

In realtà, l’intera idea di sacrificio è vittima di un voluto e insensato fraintendimento, in altre parole, il concetto di un Dio irato, punitivo, che vuole che le persone soffrano per guadagnarsi un posto al suo fianco, non ha alcuna radice spirituale ma è solo una distorta proiezione delle paure e del volere di alcuni dei nostri avi.

Persino il significato del “voto di povertà” è stato stravolto. Il significato non è mai stato “non avere nulla” ma solo che “non bisognerebbe attaccarsi al possesso delle cose terrene”.

Pensa infine che, il vero significato del concetto di “rendere sacro” non è privarsi ma bensì “non privarsi di se stessi”.

Piccola ma sostanziale differenza vero?

Non attaccarsi al possesso delle cose ed ai simboli della ricchezza quindi, non significa affatto che non dovremmo amare la ricchezza, l’abbondanza e far sì che esse si palesino copiosamente nella nostra vita.

La ricchezza ti permetterebbe, ad esempio, di accedere ad una conoscenza che ti consentirebbe di scoprire che in taluni testi sacri si dice ad esempio che: “Io sono venuto perché tu possa avere la vita e affinché tu possa goderne abbondantemente“.

Capisci?

Non c’è scritto da nessuna parte che dovresti sbarcare il lunario o fare una vita di stenti, perché se non lo fai, saresti un terribile peccatore…

Detto ciò, un’altra delle più profonde ragioni psicologiche per cui così tante persone spirituali hanno problemi economici è che sono state ferite nelle loro “radici”.

La maggior parte delle persone che hanno affrontato (o stanno affrontando) un percorso spirituale, facendo un viaggio interiore per trovare la propria essenza o il loro scopo, l’hanno fatto (o lo stanno facendo) perché hanno subito traumi, grandi dolori, vissuto stati depressivi o subito ferite molto pesanti e difficili da rimarginare.

Molte di queste persone sono state o si sono sentite giudicate, attaccate, biasimate, dominate o controllate da persone che su di loro esprimevano potere e autorità, facendole vergognare di se stesse e distruggendone l’autostima.

A volte sono persone che hanno visto persone in posizioni di potere e autorità (compresi a volte i loro genitori), fare cose sbagliate, illegali, ferire gli altri o se stesse, magari proprio per ottenere più denaro e successo. Oppure hanno sofferto o visto altre persone soffrire per mano di persone ricche e potenti.

Ci sono però anche persone che non hanno mai visto né subito nulla personalmente, ma hanno sentito altri parlarne talmente tante volte da farsene carico emozionalmente, fino a vivere il dolore tanto quanto chi lo aveva effettivamente subito…

Tutto questo ad un certo punto crea quel sentimento di insopportabilità che ti guida a cercare un “posto” dove potresti essere libero, sentirti al sicuro o trovare un significato e uno scopo per tutto.

In molti casi, affrontare un percorso spirituale diventa il mezzo per sfuggire a questo mondo e alle sue dure e crudeli realtà, dove potere, denaro, ricchezza e successo sono (o diventano), per queste persone, la causa di qualsiasi male.

Quando questo è lo stato delle cose, non c’è quindi da meravigliarsi se l’idea di vendere se stessi o il proprio lavoro per avere più soldi, non faccia altro che sollevare paure, dubbi, sensi di colpa, vergogna o, semplicemente, una fortissima inconscia resistenza.

Se sei tra queste, cioè una delle persone spirituali che hanno problemi economici, pur essendo quest’approccio, come vedi, totalmente errato, la buona notizia è che questo “rifiuto del mondo” potrebbe averti portato a scoprire e sviluppare alcuni talenti importanti o ad acquisire interessanti abilità.

Bene, devi ora usarle, insieme al tuo cuore e alla tua mente, per metterti in viaggio verso un nuovo risveglio!

Del resto, non hai commesso errori. Infatti, tutto ciò che hai fatto, in fondo ha cospirato per portarti verso la tua evoluzione e il tuo destino finale.

Solo che ora, per non buttar via tutto questo e soddisfare il tuo scopo, realizzando la tua vera missione, devi abbracciare, senza problemi, anche la ricchezza e l’abbondanza.

Se necessario, puoi farlo anche ottenendo potere e successo, sapendo che, il fatto che altri ne abbiano fatto un cattivo uso (o un uso oscuro), non ti riguarda.

Tu puoi essere l’espressione positiva e luminosa di tutto questo, abbracciando con serenità tutto quello che hai cercato di ignorare, nascondere, giudicare o negare fino ad oggi.

Tu puoi essere una persona spirituale anche essendo ricca.

Non esiste alcun contrasto tra ricchezza spirituale e ricchezza materiale

Come faccio a dirlo?

Io ho effettuato, anni fa, un lungo e per me rivelatorio percorso spirituale. Lo è stato anche perché la ricchezza mi ha permesso di accedere a fonti di conoscenza più elevate.

In ogni caso, il mio elevarmi spiritualmente, non ha scalfito minimamente la mia ricchezza ma anzi è stato parte fondamentale del raggiungimento della mia libertà finanziaria.

Tutto questo mi permette inoltre oggi di alimentare il mio spirito e la mia missione aiutando che ne ha più bisogno, sapendo che, più denaro, mi permette semplicemente di poter aiutare più persone.

Ci sei?

Devi aver quindi chiaro che l’idea che il denaro e la ricchezza non siano spirituali è solo un’induzione ipnotica o un condizionamento che deriva dalle ferite che le tue radici (direttamente o indirettamente) hanno subito.

La verità è che è impossibile per qualsiasi cosa non essere spirituale in senso assoluto, poiché tutto è spirito. Dio è in tutto, e tutto è in Dio… qualunque sia il tuo Dio.

Dio non è uomo in cielo, ma intelligenza universale, il principio e il potere che sta dietro tutta la creazione.

Tutto, nella sua vera essenza, è un’idea divina perfetta, che si tratti di corpo, mente, sesso, arte, così come di denaro, business o affari.

Rifiutare parte di ciò che è questa vitale energia, compresi i soldi e la ricchezza è, come vedi, un grave errore perché va contro ciò che è l’essenza stessa della spiritualità.

Devi solo capire la vera natura della ricchezza e della sua corretta applicazione, in modo che possa trovare, anche grazie a te, la sua più giusta e costruttiva espressione nel mondo.

Il denaro è come qualsiasi altra cosa un’espressione divina, è energia, coscienza, persino amore.

Quando lo guadagniamo, lo coltiviamo, lo risparmiamo, lo investiamo e lo facciamo circolare consapevolmente, forniamo le risorse affinché si manifestino un maggior numero di eventi positivi e di opportunità per tutti.

Capisci cosa voglio dirti?

Penseresti mai che sia sbagliato avere una “scorta infinita” di salute, amore, pace, gioia o creatività?

Allora devi anche pensare che, la ricchezza e la sua espressione in denaro o in qualsiasi altra forma di abbondanza sono lì perché, come ogni altra forma di energia, tu possa averne una scorta infinita.

Pensando questo, ti rendi conto che è altrettanto sacro chiedere, avere ed esprimere tutto ciò che desideri!

Ricchezza e abbondanza, in tutte le loro forme, sono qualità spirituali, come lo sono sacro e divino, come lo sono amore, pace, gioia e bellezza.

Non c’è divisione, nessuna separazione, nella creazione. Non c’è posto, dove Dio non sia.

Quando giudichi o rifiuti qualsiasi parte della creazione, inclusa la ricchezza nelle sue molteplici forme, stai rifiutando una parte di Dio, cioè una parte del tuo vero sé.

Quando lo fai, vita, amore e abbondanza non possono esprimersi attraverso di te e manifestarsi pienamente nella tua esperienza terrena.

Questo genera inevitabilmente varie forme di mancanza, che possono apparire, anche se così non è, come circostanze fuori dal tuo controllo: perdita di un lavoro o difficoltà a trovarlo, stagnazione o frustrazione nella carriera lavorativa o grandi difficoltà in quella professionale o imprenditoriale.

Tasse inaspettate, rotture e danni ai tuoi beni, mancanza di opportunità e idee, conflitti coniugali, familiari o con altri, sempre per problemi di denaro e finanze.

Sappi che, quando accade, piuttosto che riconoscerlo, cioè assumerti la responsabilità di dire che questo è solo il risultato diretto del tuo rifiuto della ricchezza e dell’abbondanza, ti sarà più facile porti come vittima.

Questo poi diventa un circolo vizioso, una spirale discendente che crea un modello di fallimento difficile e da cui diventa complicato uscire e, in effetti, è impossibile da superare fino a quando non ti rendi conto che tu, le tue paure, il tuo giudizio, le tue credenze limitanti e radicate, oltre al rifiuto della ricchezza, ne sono la causa generatrice.

Quindi… smettila!

Smettila di essere tra quelli che rientrano nella categoria “le persone spirituali hanno problemi economici“.

Non stai facendo alcun favore a nessuno, menchemeno a te stesso ed alla tua spiritualità, rimanendo al verde, guadagnando poco o niente. Non ti è di alcun beneficio essere una delle tante persone spirituali che hanno problemi finanziari…

Senza ricchezza e abbondanza non ti permetti di diventare ed essere tutto ciò per cui sei stato creato e per cui ti sei creato. Non ti permetti di contribuire a migliorare il mondo con il talento e le qualità che hai, che sono parte del motivo per cui sei qui.

Non aiuti gli altri a vivere meglio e nell’abbondanza, se tu per primo rimani sempre in stato di mancanza, bisogno o sofferenza finanziaria.

Il tuo voto inconscio verso la povertà non aiuta per nulla anche chi è meno fortunato di te perché, quando riduci la tua capacità di ricevere e di generare abbondanza, la restringi anche per le persone connesse a te (familiari, amici, colleghi,…).

D’ora in poi, quando ti dicono o leggi che se sei spirituale è normale che tu abbia problemi finanziari, devi semplicemente usare verso chi fa tali affermazioni un’espressione altamente liberatoria e amorevole: Vaffanculo!

Sì, un vaffanculo amorevole a chi non sa di cosa parla o te ne parla in questi termini per giustificare la propria povertà.

Un bel vaffanculo amorevole a chi, così raccontandotela, farà sì che tu possa comprare un suo libro o partecipare ad un suo corso… risvegliati!

Un bel vaffanculo amorevole a chi ti dice che devi soffrire economicamente perché la tua anima ha scelto… o perché il tuo karma prevede… di vivere questa esperienza o una vita un po’ di merda…

… credimi, chi lo fa non sa di cosa sta parlando o ti sta, semplicemente, prendendo per i fondelli!

Il presupposto per cui dovrebbe essere normale affermare che “le persone spirituali hanno problemi economici“… è una grandissima stronzata!

 

Come fai a verificarlo?

Vai fino in fondo nel tuo percorso di scoperta, vai fino in fondo per vedere come vive e di cosa vive realmente chi ti racconta queste cose… fatti questo favore… è per il bene e per il rispetto che nutri nei confronti della tua spiritualità e della tua anima che devi farlo…

Se invece lanci il tuo amorevole vaffanculo, ecco che puoi risvegliarti e decidere di essere, finalmente, anche tu un generatore di abbondanza.

Un creatore di ricchezza grazie al quale aumenti le possibilità e le opportunità non solo per te stesso ma anche per chi ti circonda e per altre persone. Questo è possibile perché la ricchezza è spirituale e lo spirito è infinito.

Pensa ad una trasmissione radiofonica…

Se ti sintonizzi sulla tua stazione preferita, per ascoltare la musica che più ami, questo limita la musica per gli altri? Se altre persone si sintonizzano sulla stessa stazione, la musica si esaurisce? Se tutti alzassero il volume a palla, la musica si esaurirebbe?

Assolutamente no, perché quello che accadrebbe è che tutto si amplificherebbe, creando un’onda sonora ancora più potente. Una meravigliosa e benefica onda sonora.

Bene, la ricchezza è una stazione radio, una frequenza con cui ci si sintonizza, alzando il volume per far sentire a tutti della buona musica. Questo è il ritmo dell’abbondanza!

Persone spirituali: Eliminare i problemi finanziari

 

Sono fiducioso sul fatto che questo post ti abbia illuminato, rispetto al buio che produce un errato modo di pensare a ricchezza e abbondanza, facendoti comprendere quanto sia stupido pensare che le persone spirituali debbano per forza avere problemi finanziari.

Può bastarti questo post?

No. Perché questo incantesimo ipnotico è pernicioso e deve essere coscientemente reindirizzato più volte per essere debellato ma… lo puoi distruggere!

Ricorda sempre che, avere meno non aiuta nessuno e avere di più non fa male a nessuno.

Nessuno è povero perché qualcun altro l’ha creato tale. Non è così nemmeno nella parte più povera del mondo.

Certo, dobbiamo fare tutto il possibile per far uscire le persone da quella povertà ma sappi che questo non può accadere senza un cambiamento anche delle loro coscienze.

Come molti vincitori di lotteria hanno più volte dimostrato, se arrivano milioni a una persona povera, accadrà che tornerà tale, a distanza di pochi anni, nonostante la forte vincita.

Perché?

Perché i soldi, in quanto tali, non hanno prodotto alcun cambiamento nella loro coscienza.

Questo principio è stato dimostrato più volte anche nei passaggi generazionali di società o di beni dai padri fondatori ad altri membri della famiglia.

Se questi ultimi non hanno la stessa coscienza di chi ha costruito quella società o di chi ha acquisito un bene di grande valore, rischiano di far fallire l’azienda o di perdere il bene che hanno ereditato.

Si tratta di coscienza. Se qualcuno non ha ricchezza e abbondanza nella sua coscienza, non importa quanto tu potrai dar loro, perché loro non la acquisiranno mai veramente.

Al contrario, se chi riceve, ha ricchezza e abbondanza nella sua coscienza, qualunque cosa accada, saprà gestirla e anche se dovesse per qualche motivo perdere qualcosa, riuscirebbe a riconquistarla.

Possiamo aiutare, guarire, nutrire, alloggiare e elevare le persone a un livello più alto ma perché l’effetto sia duraturo, dobbiamo anche aiutarli a lavorare sulla loro coscienza. Mentre ora pensi questo per gli altri però… ricordalo anche a te stesso.

La ricchezza non può mai separarti dal tuo spirito, perché non può mai farti diventare qualcosa che non sei già.

Se sei una brava persona, la ricchezza espanderà la tua bontà e ti renderà un benefattore ancor più grande. Se ami le persone, la ricchezza può solo rendere più profonda la connessione tra il tuo cuore e le loro anime.

Capisci perchè non c’è alcun contrasto tra ricchezza spirituale e ricchezza materiale?

D’ora in poi, parla serenamente di denaro, ricchezza e abbondanza, quando ne hai l’occasione e promuovi te stesso anziché minimizzarti.

Non giudicare e non condannare le persone che lottano per ottenere più ricchezza e più successo, perché sai che molte di queste useranno quella ricchezza, quel potere e qual successo anche per far vivere meglio altre persone.

Impara a vendere te stesso, i tuoi prodotti, i tuoi servizi, la tua capacità, la tua esperienza al prezzo che ritieni di meritare ed alle modalità che ritieni adeguate, senza svilirti.

Abbassare i tuoi prezzi e il tuo valore solo per sentirti dire di sì o per avere un lavoro che in fondo ti fa schifo, erode solo la tua stima e la tua integrità.

Le persone ti trattano nel modo in cui gli permetti di farlo. Le persone non ti pagano per quello che pensano che tu vali, ti pagano per quello che tu pensi di valere.

Quando e se riesci a esprimere tutto il tuo valore, le cose cambiano… la tua vita cambia.

Per questo non puoi lasciare che siano la tua paura, il tuo senso di colpa o le tue necessità a guidare le tue relazioni, le tue conversazioni o le tue azioni.

Quando parli con altri di denaro, di economia, di successo, o di qualsiasi argomento correlato, diventa particolarmente attento ai tuoi ed ai loro pensieri. Bada bene alle loro parole o alle frasi che li limitano e che sottintendono il loro rifiuto di accettarli o di dar loro piena espressione.

Se qualcuno parla di ricchi sfruttatori o di denaro che corrompe tutto, d’ora in poi cerca di aver chiaro cosa c’è nella tua e nella loro coscienza e quanto non stai o non stanno abbracciando ricchezza e abbondanza.

Fai in modo che quei pensieri ti attraversino senza che siano o diventino più i tuoi e senza permettere loro di lasciar traccia, perché tu ora hai chiaro che nulla di limitante di ciò che dici o senti deve diventare parte della tua realtà!

Diventa una persona proattiva. Rifletti su tutto ciò che fino ad ora ti ha limitato, a causa di una serie infinita di convinzioni e condizionamenti errati, e agisci di conseguenza… subito!

Se non stai facendo ciò che desideri, muoviti per cambiare. Se non stai ottenendo ciò di cui hai veramente bisogno, agisci per conseguirlo.

Includi immediatamente una vita di ricchezza e abbondanza nella visione del tuo futuro. Crea un piano per ottenerla e agisci per realizzarla!

Fabrizio “Jacque$ Jump” Diluca
facebook-fabrizio-diluca

 

E-book: Inizia il tuo viaggio verso la Libertà FinanziariaSe non lo hai già fatto, ti invito a leggere, il mio Libro…

“Inizia il tuo Viaggio verso la Libertà Finanziaria”

Scaricalo subito, clicca qui

 

 

 

Facebooktwitterlinkedinmail

24 commenti

  1. Devo dirti che fa un po’ male sentirsi vittima di induzioni e condizionamenti… Però il tuo post è tanta verità e da una visione molto realistica di quanto accade alle persone che come me hanno intrapreso un percorso spirituale abbracciando anche il mondo olistico.
    C’è tanta apparente felicità che maschera tanta insoddisfazione e problemi economici che tu hai ben espresso.
    Come dici giustamente, è il momento di agire.
    Grazie di cuore
    Simo

  2. Voglio ringraziarti per questo articolo. Davvero ben scritto e curato. Mi ritrovo molto in quello che dici e forse è proprio il caso che io inizi ad aprire gli occhi. Grazie ancora.
    Cri

  3. Articolo molto interessante. Grazie degli spunti che mi hai dato e su cui ho molto da riflettere. Esattamente, in quale zona di Milano si terrà il corso di ottobre 2018 “Fondamenta-li per la Ricchezza e la Libertà Finanziaria”? grazie

  4. stefano aguzzoni

    Sempre più il lavoro e sopratutto gli incassi sono appannaggi di falchi e rapaci. E’ facilissimo oggi lavorare ed essere fregato all’ultimo, quando devi riscuotere, o vederti soffiare un posto a favore di parentelismo o altro. Far rispettare i propri diritti si trasforma sempre più in un utopia, o comunque in un’avventura costosa che seleziona molto chi non ne ha le possibilità. Essere “spirituale” , tanto per citare ancora una volta, questo luogo comune che ognuno interpreta a modo suo, significa comunque essere in pace, vivere una quiete. Coltivare uno stato d’animo benevolo e compassionevole, non guerriero….non più. Se portare a casa quattro soldi significa mettere in crisi questo stato d’animo, entrare in apprensione da soldi, rischiare di fare brutti pensieri su chi ti vessa, meditare e creare strategie di guerra. Annullare cioè il percorso che ha pacificato il cuore, che ha portato salute fisica e mentale, non fa più per me. Io personalmente, preferisco abbassare il costo della vita, abituarmi al poco, uscire dal consumismo, e sentirmi libero. preferisco morire piuttosto che tornare indietro perchè ne soffrirei come soffrivo quando dovevo fare il guerriero. Sono uscito dal loop “lavoro per soldi” e ora lavoro solo per passione, i soldi vengono di conseguenza, ovviamente sono pochi,ma sufficienti per sopravvivere. Questo stato d’animo mi rende assolutamente gioioso, sano di mente e di fisico, posso godere dell’amore senza pesantezze, non mi ammalo mai , non necessito mai di dottori da tantissimo tempo, e ogni volta che c’è una necessità, anche imprevista, le sincronicità si accendono, funzionano e arriva sempre lo stretto necessario per andare avanti senza mettere in crisi la mia armonia. Sono un aruspice e nonostante la povertà rendo gratis i miei servigi a chi li necessita, come li rendo al contadino di fronte aiutandolo nella campagna. Questa esperienza mi porta ad affermare che meno si ha e meglio si sta. meno si ha bisogno di consumare e più si è vicini a Gaia. Meno ci si avvelena e più si è in canalizzazione. ti ringrazio comunque di questo tuo scritto, che è sicuramente illuminante, e, in accordo con te, rilevo attorno a me i casi che tu hai elencato, e condivido anche le soluzioni prospettate.

    • Stefano, grazie anzitutto per il tuo contributo. Non posso dire di esser concorde con la tua visione (mi riferisco alla parte iniziale del tuo commento) anche se, ovviamente, la rispetto perchè è la tua visione.

      In ogni caso, ciò che conta, è che siamo d’accordo sulle soluzioni :-)

  5. Leggere questo post è stato come guardarsi allo specchio. Tanta roba… tanta verità… ahimè. Ti ringrazio perchè a volte un ceffone è meglio di una carezza e questa, è certamente una di quelle volte.

  6. Articolo veramente SPETTACOLARE! Ogni frase che leggevo “risuonava” con la mia anima, sentivo proprio il petto vibrare. Consigli per caso un libro specifico che tratti di questo argomento specifico, ovvero che ricchezza e spiritualità vanno di pari passo?

    Grazie mille,
    Luca

    • Grazie a te Luca! :-)
      Onestamente non saprei dirti se esiste qualche libro specifico sul tema. Immagino di sì, ma il post è frutto delle mie esperienze personali, delle mie analisi e dei miei studi.

      un abbraccio
      JJ

  7. Questo post è semplicemente straordinario! Quando va detto va detto. Complimenti anche per questo splendido blog.

  8. Poche volte leggi qualcosa che ti fa riflettere così tanto. A volte non mi capita nemmeno leggendo un libro ma qui è accaduto perchè qui ho letto qualcosa che mi ha colpito profondamente.
    Ci sono passaggi che vanno dritti alla mente e altri all’anima ma quanta lucida oggettività in ciò che scrivi, quanta analisi e, credo, quanta conoscenza.
    Voglio (ri)svegliarmi!
    Grazie di cuore

  9. Tanta roba, davvero tanta roba… un condensato di spiegazioni chiare che ha pochi eguali nel web fuffarolo che ci circonda.

    Tanto di capello ed un inchino alla tua conoscenza.

  10. Grazie!
    Se vuoi vedere un’alba, ti devi impegnare per poter svegliarti abbastanza presto, ma , nonostante la tua presenza davvanti aspettando sorgere il sole, scometto che non lo vedrai, non sei ancora sveglio per contemplare l’alba. La stessa cosa con le persone spirituale versus denaro. Vero, devi scavare molto a fondo per spezzare la catena una volta per tutto.. Grazie, una risposta per un un milione di dolari. l’acqua freda gettata all’improvviso nel viso, può veramente svegliare. Stupendo, grazie , grazie di cuore.

  11. bellissimo scritto! interessante e di grande fiducia! io sono in un periodo di forte ricerca e tra tutti gli articoli ho trovato questo molto molto illuminante!

  12. Un post che mi è comparso davanti proprio mentre mi ponevo un’infinità di domande… ed ecco le risposte…
    Grazie, grazie, grazie
    Ale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Prima di uscire... hai scaricato l'Ebook GRATUITO per la Libertà Finanziaria?

Ebook OMAGGIO #ThinkRich – Il Pensiero delle Menti Milionarie

Capire il modo di pensare e agire delle Menti Milionarie per crescere, migliorarsi e ottenere Successo!